tre cose ci sono rimaste del paradiso:
le stelle, i fiori e i bambini!
  • Home
  • Procreazione assistita
  • Inseminazione Intrauterina

Inseminazione Intrauterina

L'inseminazione intrauterina (IUI o AIH) consiste nel far arrivare nell'utero i migliori spermatozoi del partner al momento della ovulazione della moglie.

Lo sviluppo dei follicoli ovarici viene seguito con ripetute ecografie effettuate con sonda vaginale, a vescica vuota.
Il controllo consente di stabilire il giorno giusto per l'inseminazione e valutare dal numero dei follicoli se ci sia un aumento oltre quello già previsto del rischio di gemellarità, che potrebbe sconsigliare la prosecuzione della terapia.

Quando il follicolo raggiunge un diametro critico si programma la inseminazione per i giorni immediatamente successivi, in modo che gli spermatozoi arrivino nell'apparato genitale femminile in contemporanea con l'ovocita.

Nel giorno programmato il marito consegna il liquido seminale nella prima parte della mattinata. 
Gli spermatozoi dopo essere stati sottoposti a lavaggio, selezione e concentrazione in una piccola goccia di liquido (processo che dura da una a due ore) vengono introdotti in utero con una sottile sonda.

La paziente resta sul lettino pochi minuti e poi può riprendere tutte le normali attività quotidiane. La procedura è di solito indolore.

Durante la fase di stimolazione si possono avere rapporti sessuali anche per evitare un'astinenza troppo lunga che potrebbe danneggiare la vitalità degli spermatozoi.
Sarà utile sospendere i rapporti quando la stimolazione si avvicinerà al termine : in genere questo può essere discusso con il medico che segue la stimolazione.

Questo sito usa i cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. I cookie qui usati permettono di conteggiare le visite in modo anonimo e non permettono in alcun modo di identificarti direttamente.

Leggi la nostra Informativa sui Cookies

Leggi le direttive comunitarie (EU)